VILLAFRANCA PADOVANA – Il periodo è difficile, soprattutto per il settore della ristorazione, ma qualcuno ha ancora il coraggio di aprire una nuova attività come Dario Toniolo che il 4 novembre ha deciso di aprire la sua nuova pizzeria per asporto. || In marzo stava per diventare papà e ha chiuso la sua pizzeria da asporto per 44 giorni. Nonostante il coronivarus Dario Toniolo, 35 anni di Ronchi di Villafranca Padovana, ha continuato a coltivare il suo sogno e il 4 novembre ha aperto, un orecchio ai clienti, l’altro alla conferenza stampa del presidente Conte che decretava il Veneto zona gialla. Le pizze per passione le fa da quando studiava ma otto anni fa, dopo aver perso il suo lavoro per la crisi economica, ha pensato di guadagnarsi da vivere così del resto spiega: «Chi non risica, non rosica!». Undici persone lavorano con lui. Al suo fianco c’è sant’Antonio: «Quando ho aperto la prima pizzeria, otto anni fa tra mille difficoltà, mi sono affidato a lui» racconta emozionato. Il coronavirus non ha spento la fiducia e il sorriso nascosto dalla mascherina anche perché da quando è nato suo figlio la motivazione per lavorare e continuare a crescere è ancora più forte. – Intervistati DARIO TONIOLO (Pizzaiolo) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(MU9En7fpA0Q)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria