PADOVA – Il centro storico di Padova si prepara a vivere un fine settimana che il sindaco Giordani ha definito “la cartina al tornasole” per il passaggio di fascia. Intanto si lavora senza sosta per la preparazione dei mercati in particolare per quello del sabato di Prato della Valle. || «Questo fine settimana è la cartina al tornasole per la situazione. Ognuno di noi ha un parente che è stato contagiato è diverso da prima. Chi sbaglia paga, le sanzioni verranno fatte!». E’ un appello che contiene un monito quello che Sergio Giordani, sindaco di Padova, lancia alla città. Il rispetto delle regole e dell’ordinanza della regione sarà preteso da tutti compresi i baristi e i ristoratori chiamati a essere responsabili e a non accettare compromessi. Triplicato il numero di vigili in città, controlli a piedi, pronte le multe. L’avvertimento è chiaro. Intanto in comune si lavora senza sosta per poter aprire nel rispetto delle nuove regole che entreranno in vigore alla mezzanotte i mercati cittadini. Già perimetrate le aree, contingentati gli ingressi in Prato della Valle. «I cittadini che andranno al mercato di Prato della Valle troveranno cinque diversi varchi d’accesso sorvegliati e tre uscite indicate», spiega l’assessore alle attività produttive del comune di Padova Antonio Bressa. I varchi saranno dotati di personale qualificato per scaglionare gli ingressi ed evitare assembramenti nell’area del mercato.ANTONIO BRESSA – Assessore alle Attività Produttive Comune di Padova00.27 I cittadini – 00.58 mercato + 1.14 Se tutti – 1.21 altro – Intervistati SERGIO GIORDANI (Sindaco di Padova), ANTONIO BRESSA (Assessore alle Attività Produttive Comune di Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(IYIaBdjpIL0)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria