PADOVA – MALTEMPO E CONSUMO DEL SUOLO: NEL PADOVANO SCOMPARSI 100 ETTARI DI TERRENO IN UN ANNO. COLDIRETTI LANCIA L’ALLARME: «RISCHIO PER L’EQUILIBRIO IDROGEOLOGICO» || In un terreno sempre più urbanizzato e cementificato aumenta esponenzialmente il rischio idrogeologico. Coldiretti Padova di fronte all’ondata di maltempo di questi giorni ricorda quanto siano fragili ed esposte le aree in cui si è registrato un massiccio consumo del suolo. A partire dalla provincia: quasi un centinaio di ettari di terreno sottratto all’ambiente nell’arco di un anno: un quarto solo nel Comune di Padova, che già detiene il triste primato del 49,5 per cento di superficie occupata. «Abbiamo perso – afferma Massimo Bressan presidente coldiretti Padova – una superficie pari a 136 campi da calcio, nel giro di un anno». E ha ricordato come dagli ultimi dati del’Ispra emerga un’analisi impietosa per il Veneto e in particolare per la provincia di Padova, fra le più cementificate d’Italia, soprattutto nell’area del centro e della cintura urbana. Complessivamente, certifica l’Ispra, sono 39.768 gli ettari di terreno consumato nella nostra provincia, pari al 18,55%, con una quota pro capite di 424 ettari. (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(dZXCASd-fJg)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria