CADONEGHE – E’ partita da Padova e volata in Marocco la salma di Aycha, la giovane donna uccisa a coltellate dal marito a Cadoneghe. Intanto non si conosce ancora la sorte dei tre figli della coppia. || Riposerà in Marocco, nel cimitero del comune di Rommanni, 60 chilometri a Sud della capitale Rabat, Aycha el Abioui, la giovane donna, 31 anni appena e tre figli piccoli, uccisa con due coltellate all’addome dal marito la notte del 24 novembre. Un omicidio che sarebbe premeditato, avvenuto nella casa della coppia a Cadoneghe, su cui inquirenti della procura di Padova stanno cercando di fare piena luce. La donna aveva denunciato il marito, il padre dei suoi figli, poi, per timore di perdere i bambini, aveva ritirato la denuncia. Un marito geloso da cui era tornata in attesa di allontanarsi di nuovo e trovare un rifugio sicuro. L’uomo si trova in carcere. I tre figli della coppia vivono invece ancora a Cadoneghe, nella casa di una vicina, seguiti dai servizi sociali del comune. Ad accompagnare Aycha nel suo ultimo viaggio, la mamma della donna morta per mano di chi aveva promesso di amarla. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(VnGYCHw68gA)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria