PADOVA – Stress da covid, troppi mesi impauriti dalla pandemia. Il presidente dell’ordine degli psicologi ci spiega come affrontare questi mesi in attesa della copertura vaccinale || Gli effetti della pandemia purtroppo non si limitano solo ai malati contagiati che si trovano nei letti di ospedale o nelle terapie instensive. Le sofferenze spesso toccano anche la sfera psicologica. Dal 21 febbraio le nostre vite sono state stravolte e da dieci mesi si combatte con la paura di ammalarsi o di contagiare i propri cari. Uno stress affrontare questa situazione. Luca Pezzullo presidente dell’ordine degli psicologi spiega come affrontare il protarsi così a lungo della pandemia “bisogna affrontare la situazione con lo spirito del maratoneta equilibrando lo stress durante i picchi di difficoltà”. Durante il primo lockdown siamo stati tutti centometristi si sperava che il sacrificio di un paio di mesi fosse sufficiente a debellare il virus, ma la seconda ondata così potente ci ha stancati e sfiancati nonostante la prospettiva del vaccino imminente che però impiegherà ancora qualche mese prima di risolvere la situazione. Il pensiero va poi ai sanitari che vivono la prima linea da dieci mesi. – Intervistati LUCA PEZZULLO (Presidente Ordine degli Psicologi del Veneto) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(7c6_TfTRigw)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria