29/01/2021 PADOVA – Un nuovo disegno per il centro storico della città. Tra le idee spunta una pedonalizzazione dell’area Via San Fermo, Via Dante. Sullo sfondo il grande progetto urbanistico sulla Caserma Prandina. || Il progetto madre resta il futuro dell’area dell’ex Caserma Prandina su cui il comune sarà impegnato nei prossimi anni e inizierà a mettere mano non appena sarà completata la permuta con gli uffici del Demanio. Da qui potrebbe partire un ripensamento di tutta l’area del centro storico a ridosso di Piazza Insurrezione con un allargamento dell’area pedonale a partire dal tratto, già chiuso alle auto, di una parte di via San Fermo. «Dopo via san Fermo – spiega Andrea Ragona, assessore alla viabilià del comune di Padova – l’ideale sarebbe ritornare nelle piazze attraverso via Dante per cui si creerebbe un vero e proprio anello, prolungando gli assi pedonali che già esistono quello del Liston da una parte e quello delle piazze per redistribuire le persone in altre parti della città». Una soluzione che il comune promette di trovare dopo il confronto con residenti e commercianti. Lo stesso che dovrebbe portare al progetto definitivo sull’ex Caserma Prandina: «E’ un’area – conclude Andrea Ragona – grande con alcuni edifici tutelati, è un’area sulle mura. C’è un’esigenza di verde. Non appena si concluderà la permuta, potremo entrare nel dettaglio su quello che ci sarà». – Intervistati ANDREA RAGONA (Assessore alla Viabilità Comune di Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(NB7tLSeEsbQ)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria