19/02/2021 VENEZIA – Dell’acquisto di vaccini è tornato a parlare il presidente Zaia che auspica che l’inchiesta del Nas faccia chiarezza su tutta la vicenda. Nas di Treviso che oggi hanno incontrato il direttore generale della sanità veneta || “Ho chiesto io al dottor Flor di scrivere al Nas il 12 febbraio’’ così il presidente Zaia racconta della comunicazione della regione ai carabinieri del Nas per informare della lettera scritta dal Veneto il 3 febbraio ad Aifa. Nas che ora su incarico della procura di Perugia sta indagando su un presunto mediatore per le forniture di dosi di vaccino dopo la segnalazione partita dalla regione Umbria: “il dottor Flor oggi aveva appuntamento dal Nas, immagino che sia legata all’inchiesta di Perugia, porterà le carte, i nomi di questi intermediari che non conosco” spiega ancora Zaia. Ed è durato quattro ore l’incontro tra il direttore generale della sanità del Veneto Flor, e il comandante del Nas di Treviso in merito ai contatti della Regione per valutare la possibilità di reperire vaccini sul mercato. Flor, secondo quanto si apprende, è stato sentito dall’Arma su delega della Procura di Perugia: “ben venga l’inchiesta perchè finalmente farà chiarezza, io auspico, aggiunge Zaia, che questa verifica sia profonda e incisiva, io sono ansioso di vedere l’esito di queste verifiche”. ”Dobbiamo venirne fuori velocemente” dice Zaia ad un anno dall’inizio della pandemia in Veneto ”e per farlo, aggiunge, bisogna vaccinare” e torna a parlare di passaporto vaccinale: “credetemi che tra qualche mese qualcuno dirà loro sì e tu no semplicemente perchè alcune comunità saranno vaccinate e altre no, perdiamo competitività”. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(N-b0ggjGQBY)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria