23/02/2021 PADOVA – Atto vandalico a un autobus della linea 10 lunedì sera davanti al cimitero di Chiesanuova a Padova. Gli autisti temono per la loro incolumità e quella dei viaggiatori. I sindacati chiedono un incontro al prefetto. || Il finestrino semidistrutto, raggiunto da due colpi, “sembravano spari” avrebbe raccontato l’autista, forse biglie lanciate con una cerbottana. 19 di lunedì, Via Chiesanuova, è un autobus della linea 10 quello che viene preso di mira con un atto vandalico quasi fotocopia di quello accaduto un mese fa a un mezzo della linea 22 a Torre. «E’ solo l’ultima delle aggressioni, c’è un’escalation nei confronti degli operatori di Busitalia ma è pericolo anche per gli utenti», racconta Vittorio Rosa di Sindacato Lavoro e Società. C’è paura tra gli autisti, soprattutto tra le donne, prese di mira nelle fermate più a rischio e durante i turni notturni. Per questo i sindacati chiedono di sedere attorno a un tavolo con il prefetto, il comune di Padova e i rappresentanti di Busitalia: «Noi vorremmo capire innanzitutto se questo che è un pericolo costante è stato inserito nella valutazione rischi dei lavoratori e quali strumenti sono stati dati ai dipendenti per difendersi da queste aggressioni», conclude Vittorio Rosa – Intervistati VITTORIO ROSA (Sindacato Lavoro e Società) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(un1uLes6i2A)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria