23/02/2021 PADOVA – Triste festa di compleanno quella celebrata a Padova nel palco vuoto del Gran Teatro Geox. Un anno fa calava il sipario sull’ultimo spettacolo dal vivo e da allora è tutto fermo. || Lorenza Mario, ballerina e attrice padovana, ha vissuto il lockdown da mamma e casalinga. Ma un anno fa era impegnata al Gran Teatro Geox di Corso Australia con lo spettacolo “Aggiungi un posto a tavola”. Da allora qui è stato buio e silenzio, lo stesso che si respira sopra le poltroncine vuote della grande platea. Si spegne la prima candelina su questa torta per un compleanno che nessuno avrebbe voluto festeggiare. Era stata fatta per celebrare i dieci anni di attività di Zed questa torta gigante. Il settore è in difficoltà tanto che Valeria Arzenton, socia fondatrice di Zed e attualmente vicepresidente dell’Associazione italiana teatri privati, ha scritto al presidente del consiglio Mario Draghi una lettera che guarda al futuro in cui offre teatri come questo come sede per le vaccinazioni. La situazione è drammatica con tre operatori dello spettacolo su dieci che a fine 2020 hanno cambiato occupazione per riuscire a sopravvivere. Due mesi di lavoro nel 2020, fatturati azzerati fino ad ora. Le speranze vanno all’estate giusto per riavvicinare il pubblico agli spettacoli live e poi, più concrete, al prossimo autunno. Ma la condizione è chiara: «Se una sala come questa – conclude Valeria Arzenton – con 2600 posti dovesse essere regimentata a duecento è un ossimoro economico: i costi non ci stanno». – Intervistati LORENZA MARIO (Ballerina e Attrice), VALERIA ARZENTON (Vicepresidente Associazione Italiana Teatri Privati) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(LmtrtXNtqqk)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria