04/03/2021 PADOVA – Primo giorno di vaccinazioni per il personale dell’università di Padova. Si parte con i docenti che hanno lezione in questo semestre tra i quali il rettore Rosario Rizzuto. || Nessun privilegio, si rispetta l’ordine di priorità. C’è anche il rettore di Padova Rosario Rizzuto tra i docenti che, primi per l’università, hanno ricevuto il vaccino Astrazeneca nella sede della Croce Rossa, polo vaccinale accessorio per la città. «Sono nella prima tranche perché insegno quest’anno e vado in aula in questo semestre», così spiega la sua presenza il rettore Rizzuto. l semestre è iniziato lunedì, la copertura va a chi andrà in aula. Questa settimana saranno convocate fino a 300 persone al giorno, la prossima si arriverà a 650 con un percorso ad hoc per i docenti over 65 e il personale fragile che non può ricevere Astrazeneca. In prima linea i volontari della Croce Rossa e i medici dell’università. «Al ritmo di 650/700 persone al giorno contiamo di chiudere tutta la vaccinazione del personale: docenti, tecnici e ricercatori», spiega Stefano Merigliano, preside della Scuola Medicina Università di Padova. Massiccia l’adesione, spiega il rettore: «Abbiamo avuto una percentuale di adesione che va dal 93% degli ordinari all’80% del personale tecnico e amministrativo, con associati all’88% e ricercatori all’84%». Difende il vaccino, e il vaccino Astrazeneca l’Università di Padova: «Il vaccino di Astrazeneca è efficiente ed efficace – spiega Merigliano – lo stanno dimostrando gli inglesi che ne hanno fatto più di trentamilioni di dosi e hanno avuto un calo del 40% della mortalità. E’ un vaccino con una tecnologia più tradizionale ma utile ed efficace». E sui vaccini, il rettore conclude: «Un anno fa non sapevamo cos’era questo virus e adesso stiamo vaccinando milioni di persone. Questo è un successo della medicina straordinario e i successi della medicina vanno usati per la tutela della salute delle persone». – Intervistati ROSARIO RIZZUTO (Rettore Università di Padova), STEFANO MERIGLIANO (Preside Scuola Medicina Università di Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(X4BCtE4h-UM)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria