09/03/2021 VENEZIA – Mini zone rosse per il controllo dei contagi e tornare al più presto alla didattica in presenza. Ecco come spiega il piano del Veneto il vicepresidente del Consiglio Regionale Nicola Finco. || La chiusura delle scuole per distretti non è stata una decisione facile da prendere ma è fondamentale. A spiegarlo il vicepresidente del consiglio regionale Nicola Finco: «Alla luce dell’aumento dei contagi, la chiusura delle scuole in aree geolocalizzate che corrispondono ai vari distretti bloccherà la creazione di zone rosse generalizzate. Un lavoro di monitoraggio continuo questo che permetterà alle scuole di continuare a lavorare per poter tornare al più presto alla scuola in presenza. Nessuno si sta divertendo a chiudere le scuole. La regione si muove sulla base delle decisioni del comitato tecnico scientifico. Questo sistema a zone, che il Veneto per primo sta provando, è fondamentale per tornare alla didattica in presenza». – Intervistati NICOLA FINCO (Vicepresidente Consiglio Regionale Veneto) (Servizio di Ferdinando Garavello)


videoid(M_YrdHEvM0Q)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria