12/03/2021 PADOVA – Giovani e cittadini fieri di poter sostenere il loro quartiere. Nonostante la pandemia, crescono i volontari nella città di Padova nel 2020 che l’ha vista capitale europea del volontariato. || 6570 associazioni attive, una ogni cento abitanti. 104 nuove associazioni nel 2020 con significativi picchi a Padova città, Abano e Camposampiero. La pandemia non ferma il volontariato nella città che poco più di un anno fa apriva con il presidente della Repubblica Mattarella il suo anno da capitale europea. Associazioni piccole che hanno un giro economico di massimo 30.000 euro che si sostengono anche grazie all’8 per mille. Qualche donna in più dei maschi, metà giovani tra i 18 e i 35 anni molti dei quali si affacciano per la prima volta al volontariato anche se tutti impegnati. Il quartiere, secondo il report realizzato dal Centro Servizio Volontariato e dall’Università di Padova, il loro ambito di azione privilegiato. Donne e uomini capaci di intercettare i bisogni delle persone più vicine molti dei quali hanno creduto e sostenuto il progetto “Per Padova Noi Ci Siamo”. – Intervistati ALESSANDRA SCHIAVON (Centro Servizio Volontariato Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(oN4L3gp_0kY)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria