12/03/2021 PADOVA – Il presidente della scuola di medicina dell’università di Padova Stefano merigliano rassicura sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini dopo il ritiro in via precauzionale da parte di Aifa di un lotto di siero Astrezeneca somministrato anche in Veneto || Si deve avere fiducia nella scienza, il vaccino è l’unica strada per uscire dalla pandemia. A dirlo il professore Stefano Merigliano Presidente della Scuola di Medicina dell’università di Padova, commentando il ritiro del lotto di vaccino Astrazeneca dopo la comparsa di due possibili casi con reazioni avverse gravi. A Padova – secondo i dati dell’Ulss 6 – sono state sommintrate 7453 dosi del lotto ABV2856: 3300 ai dipendenti universitari, 2753 ai poliziotti della Questura e 1400 al personale della scuola. In nessun caso si sono registrate reazioni gravi, ma solo i classici sintomi post vaccino come febbre e dolori muscolari. Per Merigliano non si devono fare allarmismi. Una rassicurazione importante e la dimostrazione è che la vaccinanzione è ripresa senza defezioni. Nella sede della croce rossa si sono presentati tutti i dependenti dell’università in programma per essere vaccinati e le somministrazioni sono state regolari anche in Fiera e in tutti i centri vaccinali. Da queste ore è attivo anche il nuovo link internet (www.aulss6.veneto.it) dell’ulss 6 per la prenotazione delle vaccinazioni per il personale della scuola. In appena 2 ore si sono prenotate 3050 persone. – Intervistati STEFANO MERIGLIANO (Presidente Scuola di Medicina Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(mAKtYqrA5wg)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria