15/03/2021 PADOVA – Comune al lavoro per l’Arcella. Sono pronti i progetti di riqualificazione di edifici e spazi pubblici, e per 140 appartamenti popolari a San Carlo. Palazzo Moroni conta di intercettare 45 milioni di contributi statali. || Il tram che a San Carlo viaggia sull’erba, su una piazza Azzurri d’Italia dalfondo permeabile, e sulla quale spicca una rinnovata e a basso impatto ambientale palazzina ex Coni. Poco più avanti c’è il restaurato e riqualificato edificio ex Configliachi. Ne è passata di acqua sotto i ponti e a quanto pare non sono sogni, perché i progetti del Comune su San Carlo sono pronti:si tratta di intercettare i contributi del Governo per le periferie e la rigenerazione urbana. La palazzina Du30 diventerà un centro culturale, con duemila metri quadri per biblioteca e mediateca, luoghi di incontro e di socialità e alcuni alloggi. Sulla riqualificata terrazza ci sarà anche un ristorante, per il quale ci sarebbe già l’interesse degli attuali gestori del Pedrocchi. Costo dell’intervento: circa quattro milioni e mezzo. Villa del settecento con facciata razionalista, il palazzo Luigi Configliachi diventerà un centro servizi formativi e culturali, spazi per l’arte e per il lavoro, anche associato, il cosiddetto coworking. Palazzo Moroni spera di intercettare in tutto 45 milioni di euro per procedere inoltre con l’efficientamento energetico di ben 140 alloggi travia Duprè, via Moretto da Brescia e via Santa Cabrini; la riqualificazione del Giardino dei ciliegi, il miglioramento di percorsi scolastici, il completamento della pista ciclabile tra san Bellino e il parco morandi. Dove possibile, aree verdi che favoriscano la socialità. – Intervistati ANDREA COLASIO (Assessore alla Cultura Comune di Padova) (Servizio di Guido Barbato)


videoid(jFMv2x4_2jU)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria