15/03/2021 VENEZIA – In primo piano, il blocco dei vaccini Astrazeneca, che coinvolge anche il Veneto, dove proprio questa mattina era stato peraltro bloccato un lotto su disposizione della Procura di Biella. Una situazione precipitata nel pomeriggio e che coinvolge mezza Europa. || Sono da poco passate le 12,30 quando Zaia – nel consueto punto stampa di Margera- comunica il blocco del lotto ABV5811, dopo il caso sospetto della morte di un insegnante registrato in Piemonte. Il provvedimento della Procura di Biella riguarda nel solo veneto 41.300 dosi, la metà già somminsitrate in tutte le Ulss, tranne l’1 Dolomiti e la 9 Scaligera.La situazione precipita però nel pomeriggio quando è la stessa Aifa, l’agenzia italiana del faramaco presieduta dal trevigiano Giorgio Palù a sospendere in via precauzionale la somministrazione di tutti i vaccini Astrazeneca sul territorio nazionale sulla falsariga dei provvedimenti adottati da Francia e Germania in attesa del responso di Ema.Sempre Aifa comunica che saranno rese note al più presto anche le modalità di somministrazione della seconda dose.Era stato lo stesso Zaia, del resto, da Marghera, a chiedere chiarezza una volta per tutte. “E’ centrale capire cosa sta succedendo anche per arginare la paura attorno a questo vaccino”.Paura che – nonostante le rassicurazioni della scienza – si è vista nel weekend con le tante defezioni registrate in molte Ulss del Veneto con picchi del 50 per cento e la necessità di provvedere a convocazioni supplettive d’urgenza come a Treviso dove sono stati coinvolti in extremis anche dipendenti comunali e operatori dell’informazione.Semmai, continua Zaia, il problema sta a monte e riguarda quelle tante – troppe – persone che non si sono presentate all’appuntamento mandando in tilt la macchina sanitaria.Appello che arriva in un momento cruciale per il Veneto, di nuovo in zona rossa per volontà del Governo, non una scelte regionale – sottolinea Zaia – chiedendo proprio all’Esceutivo di accelerare sul decreto Sostegno e sul supporto alle famiglie alle prese con la Dad.Un quadro che con il blocco Astrazeneca si complica ulteriormente. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(QEe3Fn1rdzw)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria