16/03/2021 MARGHERA – Impennata dei ricoveri, 131 casi in 24 ore, la Regione annuncia la riapertura dei Covid Hospital. A complicare la situazione il blocco di Astrazeneca per il quale Zaia oggi ha chiestotempestività e chiarezza : “Bene la decisione di fermare se ci sono dubbia”, ha detto || 131 nuovi ricoveri in 24 ore: la variante inglese, ormai prevalente in Veneto, spinge l’acceleratore sui nuovi contagi, fa abbassare l’età media dei ricoverati, aggravare casi che sembravano stabilizzati. Il Presidente Zaia fa il punto nel giorno in cui ufficialmente la campagna vaccinale ha il suo primo grande arresto con il ritiro dal mercato dell’unico vaccino di massa fino ad ora in commercio: Astrazeneca1700 pazienti Covid, su 15000 posti letto, comprese le strutture accreditate: a Padova e Verona raggiunta la soglia del 20% dei posti occupati dai pazienti Covid, le altre provincei si attestano al 10, ma sono comunque numeri alti. Talmente alti da convincere la Regione ha far riaprire i Covid Hospital. Treviso, Vittorio Veneto,Dolo, Villafranca, Schiavonia per citarne alcuni, man mano dovranno inniziare a lasciare indietro l’attività ordinaria.E proprio per questo Zaia ha auspicato che il verdetto dell’Ema arrivi quanto prima ripercorrendo l’iter della giornata di ieri dal primo sequestro del lotto fino al blocco totale delle somministrazioni.Con il blocco di Astra Zeneca rimane sospeso il protocollo di vaccinazioni in azienda e l’accordo con i medici di base.La macchina , quella da potenza di fuoco non è mia partita, troppe docce fredde come le ha chiamate il Governatore. Rimane doveroso chiarire, farlo in fretta, nella speranza, conclude Zaia, che continui ad essere forte la fiducia della gente nella scienza. – Intervistati LUCA ZAIA (PRESIDENTE REGIONE VENETO) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(po6lMewRCZk)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria