24/03/2021 PADOVA – L’impegno della Chiesa di Padova nel tempo della pandemia: 2 milioni di euro dei fondi straordinari dell’8xmille sono stati dedicati al Sostegno sociale parrocchiale, a progetti personalizzati e alle comunità in difficoltà || Carità in un tempo di fragilità, il messaggio che la Chiesa di Padova ha sempre portato avanti in questo periodo difficile di pandemia. Da qui l’invito alle parrocchie di aderire al progetto Sostegno sociale parrocchiale per costituire un fondo per sostenere situazioni di difficoltà e nuove povertà. Lo scorso anno la diocesi di Padova ha ricevuto due milioni di euro derivanti dall’8 per mille come aiuto straordinario per affrontare la grave crisi portata dal covid. Con queste risorse economiche la Diocesi di Padova ha costituito due fondi di un milione di euro circa ciascuno, il primo per sostenere e alimentare il Sostegno sociale parrocchiale e il secondo per aiutare le comunità e gli enti più in difficoltà a seguito l’emergenza Covid. Al primo fondo hanno aderito 263 parrocchie con il contributo di un euro per abitante. L’obiettivo principale è stato sostenere famiglie che a causa del covid hanno perso il lavoro, garantire l’accesso alla didattica a tutti i ragazzi costetti alla dad, oppure il bisogno di cure e farmaci.  Con il secondo fondo costituito dalla Diocesi sono state aiutate 141 parrocchie che versavano in grosse difficoltà per le conseguenze sanitarie, economiche e sociali connesse alla pandemia. – Intervistati LORENZO RAMPON (Direttore Caritas di Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(2tjBGr6Bhmw)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria