02/04/2021 PADOVA – Disposta l’autopsia sul corpo di Mattia Fogarin, il 21enne padovano scomparso di casa il 21 marzo e ritrovato senza vita nelle acque del Bacchiglione || Per undici giorni non hanno perso le speranze, erano convinti che Mattia prima o poi sarebbe tornato. La notizia del ritrovamento del corpo senza vita del figlio riaffiorato dalle acque del Bacchiglione in un colpo solo ha distrutto le speranze e gettato nella disperazione i genitori di Mattia Fogarin il 21enne padovano scompaso da casa nella notte del 21 marzo. Il pubblico ministero ha disposto l’autopsia sul corpo del ragazzo per chiarire le cause e le tempistiche del decesso anche se sembrano esserci pochi dubbi. Mattia quasi sicuramente si è tolto la vita la notte stessa in cui è sparito subito dopo le due telefonate fatte dai genitori per cercare di rintracciarlo. Il corpo del giovane è riaffiorato dalle acque del fiume in zona Bassanello a pochi metri dalla cella telefonica di via Cavallotti, dove il suo cellulare era stato agganciato l’ultima volta. I funerali del giovane, atleta del Real Padova, dovrebbero essere celebrati subito dopo Pasqua nella chiesa di San Gregorio, parrocchia doveva viveva con i genitori e la sorella. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(bVozk5ChwEw)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria