14/04/2021 ABANO TERME – E’ periodo di alta stagione quello di Pasqua per le Terme Euganee dove per la seconda Primavera molte attività sono chiuse e il gran viale del centro di Abano deserto. || La grande tristezza nel cuore turistico di Abano, il gran Viale delle Terme e l’area pedonale. Chi passeggia con il cane, chi si ritrova sulle panchine rigorosamente distanziato a parlare con gli amici. Turisti non ce ne sono e pensare che questo periodo tra Pasqua e i tradizionali ponti di primavera è alta stagione per i Colli. Istantanee dell’emergenza sanitaria con i bar con le sedie accatastate, negozi chiusi e sfitti, e locali che hanno deciso di attendere tempi migliori e non riapriranno prima di maggio confidando in un nuovo decreto del Governo. A dire il vero, a Pasqua una quindicina di strutture di Abano erano aperte. Le cure termali sono possibili e la clientela si è potuta muovere anche da altre regioni. Un lavoro a metà, ma pur sempre lavoro. Dei duemilioni di ospiti che ogni anno registra la città, sei su dieci sono italiani. La mobilità tra regioni, che si auspica possa essere ripristinata in vista dell’estate, è la grande sfida e la grande speranza. E la città infatti sta puntando tutto sul ponte del 2 giugno con un evento diffuso dedicato allo yoga, Abano Zen, che tutti si augurano possa essere un nuovo inizio. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(4-V8P3RaRFA)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria