27/04/2021 PADOVA – Sul caso del presunto studio sui tamponi rapidi parlano anche gli altri due protagonisti della vicenda: Annamaria Cattelan e Vito Cianci medici dell’azienda ospedaliera di Padova, tirati in ballo da Report e oggetto di presunte pressioni || Con questa dichiarazione la dottoressa Annamaria Cattelan direttore del dipartimento di Malattie Infettive e il dottor Vito Cianci direttore del Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera di Padova intervengono sul caso del presunto studio sull’efficacia o meno dei tamponi rapidi antigenici condotto da Andrea Crisanti direttore del dipartimento di Microbiologia. Secondo la trasmissione Report Cattelan e Cianci avrebbero ricevuto pressioni per sconfessare lo studio di Crisanti che sosteneva la poca attendibilità dei tamponi rapidi. Le frasi riportate – dicono i due medici – sono state estrapolate dal contesto. Ecco come ricostruiscono la vicenda.Al momento i due medici escludono azioni legali e chiedono di chiudere la vicenda per poter tornare al proprio lavoro in prima linea contro il covid. – Intervistati ANNAMARIA CATTELAN (Direttore Dip. Malattie Infettive Azienda Ospedaliera di Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(DTO40VO6V88)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria