03/05/2021 NOVENTA PADOVANA – Siamo entrati nella villetta di Freddy Sorgato dove nel gennaio del 2016 venne uccisa Isabella Noventa. Il fratello della donna vi è ritornato per la prima volta dopo il dissequestro dell’immobile che ora spera di vendere per mettere la parola fine a questa vicenda che ha ancora molti punti oscuri || Avvolta dalla sterpaglia in un tempo che sembra congelato ecco la villetta di via Sabbioni a Noventa Padovana, la casa di Freddy Sorgato dove venne uccisa e fatta sparire Isabella Noventa. Dopo oltre 5 anni l’immobile è stato dissequestrato e il fratello della donna è entrato per la prima in questa casa divenuta di sua proprietà come risarcimento. Paolo Noventa è tornato qui, l’ultima voltà vi entro il 16 gennaio 2016 per chiedere a Freddy notizie di Isabella che quella notte non era rientrata a casa.In questa cucina, con farmaci e alimenti che fotografano il giorno prima dell’arresto del camionista ballerino, Isabella venne colpita a morte. La verità processuale dirà che a infierire i colpi fu Debora Sorgato la sorella di Freddy che poi mise un sacchetto di plastica in testa a Isabella. I due fratelli sono stati condannati a 30 anni. L’unica testimonianza è quella della terza complice Manuela Cacco, la tabaccaia ex amante, condannata a 16 anni. Le scale, che portano al piano di sopra, alla camera di Freddy. Il camionista dopo l’arresto nel febbraio 2016 disse che Isabella era morta durante un gioco erotico finito male. Una bugia a cui la famiglia della donna non ha mai creduto. Nelle stanze disordinate colpisce come un pugno una foto con un primo piano di Isabella i suoi occhi che ti fissano quasi a chiedere verità, una verità che il fratello spera ancora di trovare. – Intervistati PAOLO NOVENTA (Fratello di Isabella ) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(2WzvUGwHfH8)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria