05/05/2021 LIMENA – Tra i lavoratori che ancora aspettano la definizione di regole chiare quelli che ruotano attorno al giorno più bello per le coppie: il matrimonio. Maggio e giugno sono tra i mesi più importanti dell’anno e rischiano di essere buttati per il secondo anno consecutivo. || La pandemia non ha paralizzato il desiderio di convolare a giuste nozze. A bloccare il settore, quasi un “non s’ha da fare” di manzoniana memoria per ora è il Governo che non ha calendarizzato date certe. Elisabetta Bilei, wedding planner, organizza venti matrimoni all’anno. Nel 2020 sono stati tre, uno dei quali a Venezia gli sposi due operatori sanitari arrivati dalla Lombardia. L’attesa è grande, l’incertezza eccessiva. Si spera in una ripartenza a giugno, lo sperano la coppia di italiani che vive a New York ed è già vaccinata e quella che vive in Olanda. Un protocollo e le linee guida possibili sono state già presentate alla conferenza delle regioni. – Intervistati ELISABETTA BILEI (Wedding Planner) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(JP638cRj81s)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria