05/05/2021 VENEZIA – I test rapidi per la positività al Covid sono tra le scelte migliori per contenere il contagio. A dirlo il direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie che critica i risultati dello studio del professor Crisanti. || I test antigenici rapidi si lasciano sfuggire soggetti positivi al Covid?Sostenere la loro scarsa affidabilità, come fatto da uno studio del prof. Andrea Crisanti, ha sollevato più di una critica tra gli altri addetti ai lavori. Antonia Ricci è Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie: “Non è uno studio rivoluzionario, non dice niente di diverso rispetto a tanti altri studi pubblicati in tutto il mondo e che riportano risultati molto analoghi a quelli del lavoro del professor Crisanti. Quello su cui non concordo, non solo io ma soprattutto la maggior parte del mondo scientifico, sono le conclusioni”Nessun test è perfetto – sostiene Antonia Ricci – e ogni test va valutato a seconda della situazione in cui si interviene. La direttrice generale dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie condivide e difende l’utilizzo del test rapido in una condizione di pandemia come avvenuto in Veneto, perché – spiega – ha assicurato risposte immediate ad un alto numero di persone. – Intervistati ANTONIA RICCI (DIR. GEN. ISTITUTO ZOOPROFILATTICO DELLE VENEZIE) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(xwUFeFGQPl0)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria