28/05/2021 PADOVA – Allergie alimentari gravi, a Padova il centro regionale è un’eccellenza nazionale nella cura e sperimenta terapie innovative. E sulla questione vaccini covid e allergie, l’esperta è chiara “non ci sono assoltutamente dei contrasti” || Nel 2020 nei mesi più duri della pandemia sono arrivati a 70 telefonate e oltre mille email giornaliere. In un anno oltre 6000 prestazione erogate dal Centro di Specializzazione Regionale per lo studio e la cura delle Allergie Alimentari dell’Azienda Ospedaliera di Padova. La struttura è la prima in Italia a sperimentare l’immunoterapia specifica chiamata anche desensibilizzazione per via orale degli alimenti e anche nei periodi più duri per l’ospedale l’equipe della dottoressa Muraro non si è mai fermata riuscendo ad aiutare i pazienti che bloccati dal lockdown dovevano comunque reperire farmaci salvavita ed alimenti sostitutivi specifici.Il futuro delle malattie allergiche vede l’introduzione e il potenziamento dell’immunoterapia anche con l’utilizzo degli anticorpi monoclonali. Ma ora per i pazienti allergichi gravi è importante non aver dubbi sull’importanza della vaccinazione anticovid. – Intervistati Prof.ssa ANTONELLA MURARO (Dir. Centro per le Allergie Alimentari) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(Eag9rjywlwU)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria