01/06/2021 PADOVA – Padova si ripopola di turisti. Tutto esaurito nei primi giorni di questo ponte del 2 giugno alla Cappella degli Scrovegni. || L’antica bellezza degli affreschi di Giotto nel loro scrigno prezioso; i 2500 metri quadrati di superficie dipinta nel Palazzo della Ragione. Tutto esaurito in avvio di ponte del 2 giugno per i capolavori medievali di Padova urbs picta che hanno attirato una media di 400 visitatori al giorno. Dal 26 aprile, giornata di riapertura dei musei, alla fine di maggio quasi diecimila persone hanno ammirato la Cappella degli Scrovegni, ma quattromila sono state quelle che hanno scelto di approfittare anche del Salone. Chi visita la città del Santo parla italiano ma si sono riaffacciati anche gli stranieri. L’estate della rinascita, come viene ribattezzata da più parti, punta sul turismo di prossimità, quello italiano, attirato da una città d’arte come Padova che spera di fregiarsi a breve del sigillo Unesco di Urbs Picta. Intanto giugno è il mese del Santo. Pellegrini e devoti sono pronti per il devoto omaggio ad Antonio. – Intervistati ANDREA COLASIO (Assessore alla Cultura Comune di Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(LiSzqXFvyM8)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria