05/06/2021 PADOVA – Controlli in un bar del centro di Padova, la Polizia di Stato e la polizia locale hanno trovovato all’interno del lovale centinaia di bottigliette di acqua e di birra scadute, oltre a bottiglie di aperitivi di sottomarca spacciati per Aperol… || Birre e bibite scadute, aperitivi di sottomarca spacciati per Aperol, questo il risultato di un controllo degli agenti della Questura di Padova del bar Pani di via Marsala. Nel pomeriggio di giovedì 3 maggio gli agenti della Questura con un operatore della polizia scientifica e la squadra attività produttive della polizia locale, assieme all’unità cinofila antidroga, hanno effettuato un controllo congiunto nel bar Pani di via Marsala. Negli ultimi giorni diversi residenti della zona si erano lamentati con le autorità per gli schiamazzi dei giovani avventori del locale. I poliziotti sono arrivati intorno alle 18.30 e hanno identificato il titolare, una dipendente, quattro clienti che consumavano all’interno e altri quattro che si trovavano ai tavolini esterni. Nel frattempo i vigili procedevano con l’ispezione interna, riscontrando alcune carenze igienico-sanitarie che saranno approfondite dai tecnici. Nel frigorifero dietro al bancone sono state trovate 101 bottiglie di birra di varie marche scadute mentre alcune bottigliette d’acqua, sempre scadute, stavano in parte accatastate all’esterno, esposte agli agenti atmosferici, in parte nel frigo interno. Ma non è finita qui. Sotto al bancone c’erano 4 bottiglie di Aperol che non contenevano Aperol: con un imbuto trovato in magazzino, il titolare rabboccava le bottiglie con un altro aperitivo alcolico di colore rosso ma di valore commerciale differente. L’uomo è stato denunciato per frode nell’esercizio del commercio e la merce è stata sequestrata. (Servizio di Francesco Rataj)


videoid(fngNS5CgA4E)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria