10/06/2021 PADOVA – Due medici dell’Africa Cuamm sono stati uccisi in Sud Sudan in seguito ad un’imboscata. Il cordoglio del Presidente Luca Zaia ai volontari dell’organizzazione padovana || Un agguato in Sud Sudan contro il convoglio dei Medici con l’Africa Cuamm, organizzazione non governativa con sede a Padova, da sempre impegnata sul fronte della salute. Imboscata costata la vita ad nutrizionista e un autista di nazionalità del Sud Sudan, che non sono riusciti a scappare dalla raffica di colpi di arma da fuoco, lunedì 7 giugno. Di 35 e 31 anni, entrambi impegnati a supportare tutte le attività messe in atto dal personale del Cuamm, cruciali in un territorio devastato dal dramma della carenza alimentare e dai conflitti: «aiutavano bambini e bisognosi, per questo la loro morte è più straziante» ha ricordato in una nota il presidente Luca Zaia esprimendo il cordoglio a Don Dante Carraro e ai suoi volontari (Servizio di Redazione Medianordest)


videoid(MvCMchUlcfE)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria