14/06/2021 PADOVA – Non si fermano in città le polemiche dopo la serata inaugurale del Pride Village con folla numerosa di giovani e assembramenti. Il comune, per voce dell’assessore alla sicurezza Diego Bonavina: «L’estate padovana sarà fatta di eventi diffusi ma dobbiamo tornare a vivere». || Tre serate di apertura ed è subito bufera sul Pride Village, ospitato dal parco delle Mura fino a ottobre. Alcune immagini girate all’interno hanno già fatto il giro della città e scatenato le ire dell’associazione dei pubblici esercizi che parla di un “evento dove le regole non valgono (…) niente distanziamenti, ballo libero, mascherine optional che pochi indossano… ovviamente di green pass proprio non se ne parla”. Il comune di Padova che patrocina la manifestazione replica spiegando che presenti alla serata c’erano le forze dell’ordine. Le regole vanno rispettate e l’amministrazione lo chiede a tutti, anche ai giovani. Nel frattempo l’estate padovana sarà fatta di eventi in tutta la città. – Intervistati DIEGO BONAVINA (Assessore alla Sicurezza Comune di Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(Pe261yaEvZU)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria