15/06/2021 BAGNOLI DI SOPRA – Proseguono le indagini sulla bomba lanciata contro la vetrina di una macelleria a Bagnoli di Sopra || Un ordigno rudimentale forse un tubo di plastica con polvere pirica, queste le prime analisi sui reperti trovati sul luogo dell’esplosione che ha quesi distrutto la macelleria di Bagnoli di Sopra. Un’analisi più dettagliata dalla bomba utilizzata per l’atto intimidatorio nei confronti del titolare dell’attività commerciale verrà fatta dai carabinieri del Ris a cui in queste verrà inviato il materiale. Nel frattempo proseguono le indagini dei militari della compagnia di Abano Terme, che stanno visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Molti ancora i punti da chiarire, a partire dal movente di questo atto che per modalità ricorda le intimidazioni di stampo malavitoso. Il macellaio titolare del negozio però ai nostri microfoni ha negato di aver ricevuto minacce di qualsiasi tipo. Il sindaco di Bagnoli di Sopra parla di gesto vile e sta dando tutto il suo sostegno al suo concittadino.Giovedì mattina il sindaco incontrerà il Prefetto durante il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica prima insieme ai commercianti di Ascom Veneto parteciperà ad un sit in a sostegno dei negozi di vicinato dei piccoli comuni. – Intervistati ANDREA PARTON (Macellaio), ROBERTO MILAN (Sindaco di Bagnoli di Sopra) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(eXUl65oByNA)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria