21/06/2021 MONSELICE – C’è un ospite felino che si aggira nel Castello di Monselice. Si tratta di una femmina di ferrea volontà ribattezzata con il nome di uno dei tre fantasmi che lo popolano: Avalda. || Il pelo grigio ma un po’ arruffato, lo sguardo maestoso che fa il verso a quello del leone marciano su una cordonata del Castello. Ecco a voi Avalda, 21 anni, la gatta del Castello di Monselice. Gode di ottima salute questo splendido e bizzoso animale che da anni ha eletto le possenti mura del Mastio Federiciano sul Colle della Rocca come “umile” dimora. Avalda perché? Proprio per il suo pelo grigio che ricorda il colore delle possenti mura del Castello tanto che di notte Avalda non si vede, diventa fantasma e di uno dei tre fantasmi che popolano il borgo arroccato sulla Rocca porta il nome. I fantasmi sono Jacopino, antico signore di Monselice; Giuditta, amante di Jacopino, e Avalda che in vita fu amante del terribile tiranno Ezzelino che fece uccidere la donna quando si stancò di lei. Non teme tiranni la gatta Avalda che si aggira signorile, compagnia per i molti umani che passano di qui, turisti compresi. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(ZPFbawQ-TrQ)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria