22/06/2021 PADOVA – Facile come prendere una pillola. Allo Iov grazie ad una microcamera ingeribile da oggi l’esame dell’intestino diventa più semplice e meno fastidioso || Una Endoscopia fatta grazie ad una micro telecamera grande come una pillola. Quello che fino a poco tempo fa si poteva vedere solo in un film di fantascenza ora è realtà allo IOV l’istituto oncologico veneto, grazie a questa nuova modalità di analisi. La microcamera, simile ad una compressa si può ingerire con un bicchiere d’acqua, le immagini riprese vengono archiviate in un piccolo registratore e poi trasmesse ad un computer, ottenendo un video analizzabile da gastroenterologi endoscopisti. La capsula endoscopica del colon è una metodica innovativa che permette di ottenere immagini endoscopiche del colon in tutta la sua estensione senza arrecare disturbi al paziente. “Considerato che fare diagnosi precoci nei casi sospetti e poi seguire in follow-up i pazienti è uno dei compiti dello Istituto Oncologico Veneto – sottolinea il Direttore Generale, Patrizia Benini – abbiamo ritenuto importante introdurre questa metodica che, prioritariamente, sarà rivolta ai soggetti che rientrano nel campo specifico di attività dello IOV che sono la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle patologie oncologiche, nello specifico dell’apparato gastroenterico. Con la microcamera-pillola investiamo nella personalizzazione dell’approccio”. (Servizio di Francesco Rataj)


videoid(jDhMyX16lik)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria