22/06/2021 PADOVA – Si è svolta in tribunale a Padova l’udienza preliminare del processo per l’aggressione al penalista Piero Longo avvenuta in città lo scorso settembre. Rinviata a giudizio la coppia che lo ha picchiato || Sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di lesioni gravissime e rapina la coppia padovana che la sera del 30 settembre 2020 aggredì l’avvocato ed ex senatore di Forza Italia Piero Longo, l’aggressione era avvenuto nell’androne del palazzo a pochi passi dal centro di Padova dove vive il penalista. E’ stata invece assolta la terza persona che si trovava con loro, una 31enne padovana figlia di una ex compagna dell’avvocato. Per lei il pubblico ministero aveva chiesto tre anni, ma al termine dell’udienza preliminare la giovane è stata assolta. Silvia Maran commercialista e il compagno Luca Zanon elettricista secondo quanto ricostruito dalle indagini condotte dalla squadra mobile di Padova la sera dell’aggressione avevano picchiato l’avvocato Longo che da anni conosceva la loro amica 31enne. La discussione si era tramutata in violenza, l’avvocato colpito al volto si era difeso sparando in aria con la sua pistola legalmente denuta. I colpi si erano conficcati nelle pareti dell’androne condominiale. Nella collutazione la coppia aveva strappato di mano l’arma e poi si erano allontanati con la pistola chiamando loro stessi la polizia per denunciare quanto accaduto. Da qui l’inserimento nel capo di imputazione anche del porto d’arma in luogo pubblico. La giovane donna assolta era rimasta sempre fuori dal condominio senza mai intervenire. Il processo nei confronti della coppia inizierà il 22 settembre prossimo. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(tOeLZchnkPg)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria