15/07/2021 PADOVA – Nel 2020 nonostante la pandemia a Padova ci sono stati 12 trapianti di pancreas in soggetti diabetici. Ora l’azienda ospedaliera padovana diventa capofila di cure innovative per i pazienti diabetici: con una innovativa terapia cellulare si potrà evitare il trapianto || Una terapia innovativa basata su un’infusione cellulare in grado di evitare così il trapianto di pancreas uno degli organi più difficili e delicati. L’azienda ospedaliera di Padova è capofila in un nuovo progetto di cura per i pazienti affetti da diabete di tipo I. In Veneto i malati diabetici sono 280 mila di questi 16 mila hanno il diabete di tipo I il più grave che spesso insorge fin dall’età pediatrica. Finora l’unica cura per i diabetici è il trapianto pancreas, molto difficile visto che può provenire solo da donatori in giovane età, ora invece grazie ad un’infusione cellulare si ridurranno le ospedalizzazioni. Inzialemente la terapia sarà dedicata agli adulti, ma si sta studiando anche per trasferirla ai pazienti in età pediatrica. Per questo progetto la Regione Veneto ha stanziato 6 milioni di euro che serviranno anche a realizzare uno spazio all’interno dell’azienda ospedaliera di Padova dedicato per lo svolgimento di queste terapie. – Intervistati Prof. PAOLO RIGOTTI (UOC Trapianti Rene e Pancreas), Prof. LUCREZIA FURIAN (UOC Trapianti Rene e Pancreas) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(EWzIQiJ1EjM)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria