20/07/2021 LEGNARO – Sciopero e presidio dei lavoratori delle Acciaierie d’Italia (ex Ilva) a Legnaro. Dall’azienda -dicono- nessun progetto per il futuro e anche il recente incontro al Ministero è stato negativo: i lavoratori sono preoccupati per il posto di lavoro. || Anche i trenta lavoratori dello stabilimento di Legnaro delle Acciaierie d’Italia hanno partecipato alla mobilitazione di tutti i dipendenti del gruppo che ha stabilimenti anche a Marghera, Milano, Ancona. Genova, e quello più noto ex Ilvadi Taranto. a Motivare Il fermo dei lavoratori è stato il risultato dell’incontro della scorsa settimana al Ministero dello Sviluppo Economico, non ha dato nessuna risposta a operai e impiegati, sia sulle prospettive industriali e occupazionali che sulla gestione dell’importante gruppo siderurgico. Una situazione insostenibile secondo i sindacati dei metalmeccanici; l’azienda -dicono- continua a rinviare ogni decisione sul futuro dei dipendenti così come non ha ancora discusso con CGIL, CISL e UIL un qualsiasi piano industriale.I sindacati denunciano anche l’assenza di un piano di manutenzioni degli impianti che dia sicurezza dei lavoratori; mancherebbero anche il piano ambientale e un adeguato livello di relazioni sindacali. – Intervistati LORIS SCARPA (Segretario FIOM CGIL Padova) (Servizio di Guido Barbato)


videoid(ytEunlueE2A)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria