24/08/2021 PADOVA – Tripla ispezione negli ospedali di Adria, Chioggia e Padova : la decisione di Zaia dopo la morte del piccolo Giacomo, il bimbo di Porto Viro, stroncato da tre arresti cardiaci dopo essere stato visitato in tre nosocomi diversi in poche ore. || Il presidente del veneto Luca Zaia inivia gli ispettori sanitari per far luce sulla morte Giacomo Lionello. Il bambino di Porto Viro si era sentito male domenica ed è morto nel reparto di terapia intensiva della pediatria di Padova dopo essere stato portato in ospedale ad Adria e Chioggia. Una tragedia ancora senza spiegazione che getta nel dolore i genitori. Domenica il piccolo aveva accusato mal di pancia e vomito, all’ospedale di Adria dove mamma e papà lo avevano portato viene diagnosticata una gastroenterite, ma dopo il ritorno a casa il forte malessere persiste e i genitori corrono all’ospedale di Chioggia. Qui il piccolo ha tre arresti cardiaci e viene deciso il trasferimento in Terapia intesiva a Padova centro di riferimento per la rianimazione. La morte purtroppo è avvenuta nella mattinata di lunedì. Sotto la lente di osservazione tutte e tre le strutture ospedaliere per ricostruire nel dettaglio le ultime ore di vita del bambino. In queste ore dovrebbe essere disposta l’autopsia per chiarire le cause del decesso del piccolo Giacomo. – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(MUmmJDWrStc)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria