01/09/2021 PADOVA – Peggiorano i dati dei contagi e dei ricoveri in provincia di Padova. L’ospedale riapre la terapia semintensiva. 17 nuove sospensioni di sanitari no vax || La provincia di Padova maglia nera per numero di contagi, con 204 casi in più rispetto la settimana scorsa rappresenta il 17,8% dei contagiati da covid nella regione. La fascia d’età più colpita – secondo i dati forniti dall’Azienda Ospedaliera di Padova – è quella tra i 30 e 44 anni. Cresce il numero dei positivi e di pari passo anche quello dei ricoverati. Ad oggi 19 nel reparto di malattie infettive e una donna sotto i 40 anni in ginecologia e un bambino in pediaatria. L’età media si ulteriormente abbassata a 56 anni. 8 invece le persone che si trovano in terapia intensiva 6 sono non vaccinati alcuni anche molto giovani, uno aveva solo una dose e uno è vaccinato ma con patologie pregresse. Visto l’aumento dei ricoveri l’ospedale dopo ha deciso di riaprire per covid un reparto di terapia semintensiva.Nel frattempo sono stati attivati questa settimana 12 nuovi cicli di cure monoclonali una terapia che sta dando buoni risultati. Sul fronte vaccinazioni continua senza sosta la campagna di immunizzazione con un incremento delle prenotazioni per il mese di settembre. Il 30 di settembre però scade il contratto d’affitto del Padiglione 8 dove operano i sanitari dell’azienda dell’ospedaliera e non è ancora stato deciso per il rinnovo. Intanto proseguono anche le sospensioni dei sanitari no vax dipendenti dell’Ospedale di Padova. 17 i nuovi provvedimenti in arrivo che si aggiungono agli 11 delle scorse settimane. Questa volta si tratta di 8 operatori socio sanitari, 8 infermieri e 1 un tecnico di laboratorio. – Intervistati GIUSEPPE DAL BEN (Direttore Generale Azienda Ospedaliera di Padova) (Servizio di Francesco Rataj)


videoid(hFDczOgm5Rg)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria