27/09/2021 VO – Manifestazione degli agricoltori della Bassa padovana e dei Colli Euganei: “il contenimento di cinghiali e nutrie deve essere continuo -hanno detto- sono animali che causano danni ingenti”. || Un corteo pacifico di cinque trattori e ottanta auto da Ospedaletto Euganeo passando per Este fino a Vò, per sensibilizzare le Istituzioni sull’ormai cronica emergenza causata da nutrie e cinghiali sui Colli Euganei e nella Bassa Padovana. Una manifestazione promossa dalle associazioni CIA e Confagricoltura che hanno ricordato come la legge che regola la materia, è del 1992 e deve essere aggiornata per raggiungere un punto di equilibrio.Queste specie causano danni ingenti ai raccolti – hanno sottolineato gli agricoltori della Cia e di Confagricoltura che hanno sollecitato le autorità competenti, Regione e Parco Colli Euganei, a risolvere per sempre il problema.Presenti, fra gli altri, molti sindaci dei Comuni interessati dall’annosa questione e i consiglieri regionali Elisa Venturini e Giuseppe Pan. Per Michele Barbetta, presidente di Confagricoltura, il problema dei cinghiali sta diventando sempre più pressante perché fuori dall’area dei colli, gli animali si moltiplicano e si insediano tra le colture della pianura. Serve -ha chiesto- continuare con le catture senza fermarsi mai nemmeno in inverno. – Intervistati ROBERTO BETTO (Presidente CIA Padova), RICCARDO MASIN (Presidente Parco Colli Euganei) (Servizio di Guido Barbato)


videoid(cPhLEdPlCn4)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria