01/10/2021 PADOVA – Con la cerimonia della consegna del sigillo, inizia l’era della prima rettrice alla guida dell’università di Padova. Il saluto commosso di Rosario Rizzuto che torna da lunedì a insegnare: “E’ stato un grande orgoglio essere il vostro rettore” || L’abbraccio carico di stima e affetto commuove e rompe la solennità del momento. Il passaggio del sigillo tra il rettore Rosario Rizzuto e la neo eletta rettrice Daniela Mapelli è un momento di grande emozione che segna una svolta epocale. per l’Ateneo patavino che compie 800 anni e per la prima volta vede una donna ricoprire questa carica. Il rito dello scambio del manto sancisce l’inizio del mandato della nuova guida dell’Università che dopo Bologna è la più antica d’Italia. Una storia centenaria che guarda al futuro, all’innovazione alla ricerca. Tradizione e modernità celebrate nell’aula magna che vide Galileo tra i suoi illustri docenti e la prima donna laureata nel 1678.Alla presenza dei rettori di Napoli, Bologna, La Sorbonna e Tolosa, il passaggio di consegne tra il rettore Rizzuto e la rettrice Mapelli, è stato anche l’inizio delle celebrazioni degli 800 anni dell’Ateneo. Università che dopo la pandemia torna in presenza, un’università che in questi ultimi 6 anni ha realizzato il nuovo polo Umanistico di via Beato Pellegrino e si prepara ad iniziare i lavori del Polo delle Scienze Sociale che riqualificherà la Caserma Piave e quelli del nuovo Ospedale. Si commuove Rosario Rizzuto nel suo discorso d’addio.Un lungo applauso lo accompagna verso il ritorno all’insegnamento. – Intervistati ROSARIO RIZZUTO (Ex Rettore Università di Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(7tx3OmjGtac)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria