TORREGLIA – Sui colli euganei dove si trovano gran parte di ristoranti e trattorie della provincia di Padova ci si prepara alle nuove dispozioni. Anche i clienti riducono gli invitati delle cerimonie e si limitano le prenotazioni per i festeggiamenti, ma le attività non si fermano per mantenere attivo il grande settore della ristorazione. || Giuseppe e Vanna festeggieranno il loro anniversario di matrimonio seguendo le regole del nuovo dpcm entrano nel ristorante che hanno scelto e prenotano un tavolo per 4, solo tra congiunti.DA 03.46 (si) A 03.55(dpcm)Bisogna imparare a convivere con questa situazione e rispettare le disposizioni, ognuno deve fare la propria parte. Torreglia comune dei colli euganei, noto anche come distretto del food, vista l’alta densità di trattorie si attrezza per seguire le nuove disposizioni. Nelle sale dei ristoranti i tavoli sono già apparecchiati per un massimo di sei persone.Cambiano i numeri e la vigilanza sui gruppi di persone. 8 amici che vanno a cena insieme mangeranno divisi in due tavoli da 4 rispettando gli orari di chiusura alle 24.Calano i guadagni sul fronte cerimonie, molti banchetti per matrimoni e battesimi previsti tra marzo e maggio nel cluo dell’emergenza covid e spostati in autunno hanno subito notevoli riduzioni con molti invitati depennati dalla lista perchè il dpcm preve un massimo di 30 persone, ora suddivise in un massimo di sei persone per tavolo. – Intervistati FABIO LEGNARO (Antica Trattoria “Da Ballotta”), NICOLA LIONELLO (Antica Trattoria “Il Taparo”) (A cura di: Valentina Visentin)


videoid(ASAhXoNdpRU)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria