13/10/2021 PADOVA – A due giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo di green pass nei luoghi di lavoro, il Comune di Padova si “arma” per garantire la funzionalità della macchina amministrativa. Per le attività strategiche i Dirigenti di Settore stanno iniziando a richiedere chi non ha green pass, per provvedere all’eventuale copertura dei servizi || «Numericamente abbiamo 1800 dipendenti in tutto – spiega l’assessore comunale alle Risorse umane Francesca Benciolini – Per le attività strategiche i dirigenti di settore potranno richiedere di individuare chi non ha green pass in modo da provvedere che i servizi siano garantiti» E’il Dpcm di ieri a chiarire le linee guida, in vista del 15 in cui l’obbligo di green pass entrerà in vigore nei luoghi di lavoro. E il Comune di Padova, per garantire, da un lato il mantenimento dei servizi, dall’altro i controlli, ha già attivato da giorni tavoli di lavoro e confronti con dirigenti e sindacati. Ma il vero banco di prova, che permetterà di mettere in luce i numeri dei dipendenti che non hanno green pass e di conseguenza di “ritarare” la macchina amministrativa, sarà venerdì – Intervistati FRANCESCA BENCIOLINI (Assessore Comunale Risorse Umane) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(ZTvSr9s_UPI)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria