26/10/2021 PADOVA – Resta in carcere il ventunenne che domenica mattina ha investito e ucciso Anna Maria Stillitano sul Lungargine Ziani a Padova. Alla guida di un Suv, era stato trovato positivo all’alcoltest. || Guidava in condizioni psicofisiche alterate e aveva abusato di alcol come ha confermato l’alcoltest il giovane padovano che ha investito e ucciso Anna Maria Stillitano, 68 anni, all’alba di domenica sul Lungargine Ziani. Resta in carcere per ora il ventunenne con il pm che ha chiesto la convalida dell’arresto con l’accusa di omicidio volontario aggravato dallo stato di ebbrezza. Il sospetto è che oltre all’alcol il giovane potesse avere consumato anche sostanze stupefacenti. Per questo si attendono gli esiti degli esami disposti nell’immediatezza del fatto. Erano le sei di domenica quando la donna che, come d’abitudine, usciva per una passeggiata all’alba è stata investita dal Suv condotto dal giovane. Uno scontro fatale che non le aveva lasciato scampo. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(3eeYcK4JUQE)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria