29/10/2021 PADOVA – Ed è boom di casi di infezioni da raffreddamento in età pediatrica. I sintomi sono sovrapponibili al Covid per questo il pronto soccorso pediatrico dell’azienda ospedaliera studia nuove modalità di accesso. || Un tampone rapido per bambini con tosse, raffreddore, febbre alta, ma di gola, sintomi tutti riconducibili a un’infezione da Covid19. Dei 298 piccoli sottoposti la scorsa settimana al tampone dopo l’accesso al pronto soccorso, solo tre si sono rivelati positivi. E’ necessario quindi al più presto differenziare i loro percorsi di cura, anticipando il controllo necessario per escludere il coronavirus come spiega Liviana Da Dalt. Rispetto allo scorso anno, i pediatri stanno affrontando un numero considerevole di casi di bambini affetti da virus respiratorio sinciziale, il responsabile nei lattanti della temibile bronchiolite. In questi casi, il trattamento deve essere tempestivo, le cure ospedaliere spesso necessarie. Per questo è necessaria una differenziazione dei percorsi. Nel frattempo prosegue l’iter per la realizzazione della nuova palazzina di pediatria. Approvata dall’Anac la nomina della commissione che dovrà valutare i sei progetti arrivati. Entro fine anno dovrebbe essere scelta, tra le sei in corsa, l’azienda che sarà incaricata della realizzazione del progetto. Entro Pasqua potrebbero partire i lavori. – Intervistati LIVIANA DA DALT (Direttore Didas Salute Donna e Bambino ) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(-niF7TKxuOA)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria