08/11/2021 PADOVA – E’ Padova la provincia con il maggior numero di contagi in Veneto. L’Ulss 6 ne ha registrati quasi cinquecento in due giorni. Il direttore generale Fortuna parla di “effetto Halloween” e invita alla prudenza: «C’è la quarta ondata speriamo, grazie ai vaccini, di riuscire a smussarla». || 492 contagi tra sabato e domenica a una settimana di distanza dal lungo ponte dei santi e dalle feste di Halloween, numeri a cui anche la provincia di Padova, non era più abituata e che confermano come la quarta ondata della pandemia stia entrando nel vivo. Fa il punto della situazione l’Ulss 6 Euganea con il direttore generale Paolo Fortuna che invita a rispettare le regole del distanziamento e della corretta igiene e che commenta come questi contagi non siano pochi. Sotto controllo, lo ribadiscono le autorità sanitarie, la situazione negli alberghi termali dove i contagi coinvolgono otto strutture, ventinove turisti, alcuni stranieri, e quattro operatori. Contagi scoperti grazie al controllo del green pass necessario per accedere alle cure termali. Sul fronte scuola, sono 45 le classi in quarantena con due cluster a Teolo e Albignasego, 64 quelle dove è in corso il monitoraggio. Anche qui si registra un aumento. Sotto controllo anche una comunità terapeutica di Monselice dove sono risultati positivi 15 ospiti, 4 operatori e un religioso. – Intervistati PAOLO FORTUNA (Direttore Generale Ulss 6 Euganea), IVANA SIMONCELLO (Direttore Dipartimento Prevenzione Ulss 6 Euganea) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(KxqqOkglfUU)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria