10/11/2021 PADOVA – Apre dopo il restauro il bastione Moro Secondo, ingresso da Via Citolo da Perugia. Si aggiunge così un altro tassello al parco delle acque e delle mura. Entro l’estate 2022 saranno completate le opere su quattro degli undici chilometri delle mura cittadine. || Mura possenti, sedimentazioni di una storia lunga più di cinque secoli. Le fortificazioni della città raccontano la sua vita, dalla Serenissima dominante nel 1500 a questi basamenti circolari, postazioni di artiglieria a difesa della stazione nella seconda guerra mondiale. E’ un pezzo di città semisconosciuto il Bastione Moro Secondo che a breve aprirà al pubblico. Quindici mesi di lavori, ottocentomila euro il costo finanziato dal bando periferie e dal comune. Il Bastione Moro Secondo nasce nel 1530. Fino agli anni ’80 qui c’era una ex fabbrica con il bastione ridotto a una discarica. Adesso si pensa a come farlo scoprire a più padovani possibile. Un altro tassello alla rivoluzione in corso in questa parte della città che a breve potrebbe davvero presentare un nuovo volto. – Intervistati ANDREA MICALIZZI (Vicesindaco di Padova), FABIO BORDIGNON (Comitato Mura) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(Djo0vHC0xJY)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria