17/11/2021 MONSELICE – Protesta della cisl questa mattina davanti all’ospedale di Schiavonia che nei giorni scorsi ha riaperto 20 posti covid. Manca personale, le attività sono a rischio || Schiavonia rischia la riduzione dell’attività e di conseguenza aumento delle liste d’attesa e servizi a rischio per la popolazione della bassa padovana. L’allarme è stato lanciato dal sindacato cisl funzione pubblica che ha portestato davanti all’ospedale che per primo si è scontrato con il covid nel febbraio 2020. Il sindacato chiede alla Regione che la riduzione dei costi della sanità e le spese sostenute per il covid non ricadano sui lavoratori che da mesi sono in prima linea.Servono nuove assunzioni alla luce dei circa 200 sanitari no vax sospesi e da altrettanti lavoratori che attualmente sono in maternità, malattia o aspettativa. – Intervistati ALESSANDRO PIOVESANA (Cisl FP Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(ulNyrzsIn40)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria