23/11/2021 CADONEGHE – Lo scorso 30 ottobre aveva ucciso la moglie soffocandola con un cuscino, aveva poi cercato di togliersi la vita con un coltello da cucina, restando però solo gravemente ferito. Ferruccio Bosello era ricoverato da quel giorno in terapia intensiva, ora è uscito dal reparto anche se le sue condizioni restano gravi… || E’ uscito dalla terapia intensiva, ma le se condizioni restano gravi e non consentono l’interrogatorio. Ferruccio Bosello l’84enne di Cadoneghe che la mattina del 30 ottobre scorso ha soffocato con un cuscino la moglie Natalina Milani 81enne da tempo malata di Alzaheimer, è ricoverato in ospedale nel reparto di Chirurgia, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto, ma il pubblico ministero non ha ancora interrogato l’anziano che fa fatica a parlare dopo aver tentato il suicidio colpendosi l’addome con un coltello da cucina. Bosello non può ricevere visiteanche a causa delle restrizioni anticovid che limitano le viste ai soli parenti. Le uniche parole pronunciate dall’84enne sono quelle dette alla figlia “non ho toccato mamma, io non volevo essere un peso”. L’anziano al momento però risulta indagato per omicidio volontario aggravato dal rapporto di parentela e dalla minorata difesa della vittima. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(7gCMWo2Bzqk)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria