24/11/2021 PADOVA – Crescono i contagi in Veneto, soprattutto a Padova, dove la terapia intensiva dell’Azienda ospedaliera è tutta occupata da giovani pazienti non vaccinati. Se va avanti così a Natale si supereranno i 50 mila positivi in Regione || A preoccupare sono le previsioni, se si va avanti di questo passo con il continuo aumento dei casi in Veneto a metà dicembre ci saranno più di 50 mila positivi al covid. A dirlo è il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Padova Giuseppe Dal Ben.Padova – provincia maglia nera – supera i 5000 casi attualmente positivi, sono ben 1795 in più rispetto alla settimana scorsa. Analizzando l’andamento dei ricoveri Dal Ben parla di “pandemia dei non vaccinati”C’è anche un bimbo di appena 10 mesi in terapia intensiva e l’adulto più giovane ha 36 anni e non è vaccinato. Ad oggi sono 93 i ricoveri totali, l’ospedale si sta preparando ad aumentare i posti letto. Pronta la terapia intensiva del dottor Navalesi attualmente disponibile per i non covid e quella del Sant’Antonio. Anche l’area medica e sub intensiva potrebbero essere potenziate con 22 nuovi posti letto al nono piano del Monoblocco. L’azienda ospedaliera invita ad accelerare sulle terze dosi e presto saranno operativi con nuove line di vaccinazione al Padiglione 6 della Fiera.Il 50% dei sanitari ha già ricevuto la dose booster, ma sul fronte opposto pesano le sospensioni del personale no vax che salgono a 233 di queste 211 riguardano infermieri e operatori socio sanitari. – Intervistati GIUSEPPE DAL BEN (Direttore Generale Azienda Ospedaliera di Padova) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(1y4Lh39u_AI)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria