07/12/2021 PADOVA – Ancora paralizzata la medicina territoriale dopo l’attacco hacker scatenato venerdì notte al sito dell’Ulss 6 Euganea. Disagi nella distribuzione dei farmaci, soprattutto per i più anziani, bloccata anche la comunicazione dei positivi ai sindaci dei vari comuni. || Appello dai medici ai pazienti “solo richieste urgenti”, ancora blocco per le ricette dematerializzate, comunicazione ufficiale a tutti i sindaci della provincia affinché spieghino ai cittadini la grave difficoltà che sta vivendo l’Ulss 6 Euganea in questo momento. E’ al lavoro da venerdì senza sosta, l’unità di crisi che sta cercando di fronteggiare l’attacco hacker ai server dell’Ulss. La solidarietà è massima ma i disagi restano altissimi sia nei presidi ospedalieri sia nella medicina territoriale. Lo testimonia un farmacista che da giorni registra le difficoltà. In soccorso dell’Ulss 6, l’Azienda ospedaliera di Padova, lo Iov e Azienda zero. In soccorso dell’Ulss 6, l’Azienda ospedaliera di Padova, lo Iov e Azienda zero. Nel frattempo continuano le difficoltà nel tracciamento con i sindaci che non stanno ricevendo neppure il periodico aggiornamento sui cittadini residenti positivi. – Intervistati ANDREA COLLESEI (Presidente Farmacisti Non Titolari Padova) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(_43bDwjOgqg)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria