14/12/2021 PADOVA – Cerimonia di consegna del CONI, finalmente, per gli sportivi padovani che nel 2019 hanno ottenuto i loro migliori risultati. Con la speranza di vederli ben figurare alle prossime Olimpiadi di Parigi. || In ritardo di oltre un anno, causa Covid, finalmente premiati gli atleti padovani che nel 2019 si erano distinti nelle loro discipline, diplomandosi campioni italiani o europei o mondiali, o conquistando una sempre importante zona podio. Il tempo trascorso non ha fatto bene all’evento organizzato dal Coni provinciale: molti atleti erano assenti e hanno delegato un familiare al ritiro delle onorificenze. Non c’era Paola Egonu, la pallavolista di Cittadella, premiata per il secondo posto ai mondiali 2018 di volley femminile; nemmeno Liam Bertazzo di Tribano, terzo ai mondiali e agli europei di ciclismo su pista, inseguimento a squadre 2018 e, nel frattempo, campione olimpico a Tokyo nella stessa specialità.Qualche curiosità: una medaglia d’oro del Coni di Padova è andata a Daniel Morandin campione mondiale 2018 e 2019 di pattinaggio artistico coppie danza; una d’argento a Antonio Mogavero, terzo ai mondiali 2018 di immersione in apnea. Medaglia di bronzo a Stefania Gobbi, Simone Martini e Luca Chiumento che nel 2019 sono stati campioni italiani in tre diverse specialità del canottaggio, a conferma della scuola padovana che vede Rossano Galtarossa come loro riferimento.Chiara Dalle Nogare e Roberta Sommaggio sono state campionesse italiane di Tamburello beach in doppio, con la Dalle Nogare che si è dovuta portare il pupo alla cerimonia, perché essere campionessa e anche mamma è un’impresa -davvero- da medaglia. Riconoscimenti al merito sportivo anche a storici dirigenti dello sport padovano, ne citiamo solo alcuni: Gino Agostini, Giampietro Piccoli, Vitaliano Spiezia, Massimo Schiavon. – Intervistati DARIO VETTORATO (Delegato CONI Padova) (Servizio di Guido Barbato)


videoid(RELG4NiiNj0)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria