23/12/2021 VENEZIA – A Palazzo Balbi tradizionale conferenza stampa di fine anno del presidente Zaia che ha tracciato il bilancio di questo 2021 con uno sguardo però anche ai progetti per il futuro || ”Un’amica del Veneto si è messa subito a disposizione per questa campagna istituzionale” con queste parole il presidente Luca Zaia ha presentato il video di sensibilizzazione alla vaccinazione che vede come protagonista la campionessa Federica Pellegrini, video dal pomeriggio diffuso sui social e che verrà trasmesso anche dai mezzi d’informazione. L’iniziativa voluta dal governatore, che si è rivolto a quei cittadini che non si sono ancora vaccinati per paura: ”questa battaglia dobbiamo vincerla, non dobbiamo tornare a chiudere tutto” dice Zaia presentando i dati della giornata che vede in Veneto oltre 5mila nuovi contagi, con un tasso di occupazione delle terapie intensive al 16% e dell’area medica al 17%, si tratta di un terzo dei ricoveri rispetto allo scorso anno quando avevamo però meno contagi ad indicare come oggi a fare la differenza sia la campagna vaccinale. Ma se la situazione ospedaliera dovesse peggiorare, il passaggio in zona arancione sarà inevitabile per questo il Veneto ha pronto un provvedimento per salvare la stagione sciistica.E il pensiero di Zaia va a tutti gli operatori della sanità veneta da quasi due anni in prima linea nella lotta al covid, poi un ringraziamento anche ai giornalisti per il lavoro svolto in questi 20 mesi. Un bilancio quello del 2021 segnato dalla pandemia ma che vuole gettare le basi per importanti progetti futuri a partire dalla pedemontana ”l’opera che cambierà la vita al Veneto” dice Zaia. Un Veneto che chiude ancora una volta il proprio bilancio tax free e “continueremo ad esserlo, se chiederemo un sacrificio ai veneti sarà per il sociale, sottolinea Zaia ricordando che l’anno si chiude con un Pil al 6,9% e previsioni per il 2022 al 4-5%. C’è poi la sfida che passa attraverso i 229 miliardi del PNRR con il Veneto candidato a diventare laboratorio per la produzione, distribuzione ma soprattutto per la mobilità a idrogeno a partire dai treni. E a proposito di treni si lavora per il treno più veloce del mondo. Ma i – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(PI5Fre71lrQ)finevideoid-categoria(servizio_tg)finecategoria